Rimedi per le emorroidi – Scopri i rimedi per le emorroidi

In quest’articolo vedremo i Rimedi per le emorroidi.

Le emorroidi sono vene gonfie e infiammate nell’ano e retto inferiore. Possono derivare da molteplici cause, ad esempio dallo sforzo durante la defecazione in caso di stipsi o per un prolasso venoso in caso di diarrea, ma anche dalla maggiore pressione su queste vene durante la gravidanza. Le emorroidi possono essere situate all’interno del retto (emorroidi interne ), o possono svilupparsi sotto la cute intorno all’ano (emorroidi esterne ).

Rimedi per le emorroidi
Per fortuna, sono a disposizione molti rimedi efficaci  per curare le emorroidi. La maggior parte delle persone possono ottenere sollievo dai sintomi con semplici rimedi casalinghi oppure utilizzando trattamenti e creme come farmaci da banco o farmaci prescritti dal proprio medico prima di essere inviati da uno specialista.

Ecco qualche Rimedi per le emorroidi “della nonna” che si possono mettere in atto con poca spesa e buona resa:

  • Effettuare dei semicupi immergendo con regolarità la zona anale in acqua tiepida, dai 10 ai 20 minuti due o tre volte al giorno. Se si hanno a disposizione, aggiungere Sali di Epsom nell’acqua. I Sali di Epsom facilitano il restringimento delle vene e si possono acquistare in farmacia o nelle erboristerie fornite.
  • Mantenere la zona anale pulita. Fare preferibilmente il bagno, o la doccia, ogni giorno per pulire la pelle intorno al vostro ano delicatamente con acqua tiepida. Il sapone non è necessario e può aggravare il problema per via dei profumi e di eventuali sostanze irritanti presenti nei saponi commerciali. Meglio utilizzare saponi naturali, anche fatti in casa, a base di sapone di marsiglia o olio d’oliva. Asciugare delicatamente l’area dopo il bagno.
  • Non utilizzare carta igienica asciutta onde evitare lo sfregamento, l’irritazione e l’eventuale sanguinamento. Per aiutare a mantenere la zona anale pulita dopo l’evacuazione, utilizzare salviettine umide, come le salviettine umidificate per bambini, ma facendo attenzione alla qualità, devono infatti essere prive di alcool e profumi. Il farmacista saprà sicuramente indirizzarvi verso l’acquisto di salviettine umidificate adatte. Oppure usare carta igienica bagnata.
  • Sfruttare il freddo. Applicare impacchi di ghiaccio sul vostro ano per alleviare il gonfiore. Basta mettere del ghiaccio in una borsa resistente e sedercisi sopra, meglio se appoggiando le gambe ad uno sgabello.
  • Adottare i giusti accorgimenti nell’alimentazione di tutti i giorni

A questo proposito, quando il problema delle emorroidi è ormai un disagio che condiziona le nostre giornate, oltre ad una buona alimentazione che contrasti sia la stipsi sia la diarrea, è buona cosa aumentare il consumo di flavonoidi. I flavonoidi sono contenuti nel pigmenti delle piante; e vengono spesso accomunati nel termine “vitamina P”. I flavonoidi sono importanti nell’alimentazione in quanto svolgono un’azione protettiva contro i radicali liberi, e combattono l’insufficienza venosa e la fragilità capillare, che è un problema tipico di chi soffre di emorroidi.


Come integrare la dose di flavonoidi nella dieta quotidiana?

Utilizzando integratori alimentari specifici oppure attuando qualche accorgimento a tavola, basterà infatti aumentare il consumo di frutti di bosco come mirtilli, more, lamponi e in generale frutta colorata come fragole, uva, meloni, agrumi e albicocche. Bevendo thè verde e mettendo in tavola più cipolle, cavoli, finocchi, pomodori, lattuga, broccoli e spinaci.

Con questi trattamenti naturali, emorroidi e sintomi (se di lieve entità) spesso scompaiono entro sette/dieci giorni.

Il farmacista potrà inoltre consigliarci dei trattamenti utili ad alleviare nell’immediato il fastidio causato dalle emorroidi. Per esempio possiamo usare creme apposite per le emorroidi o supposte contenenti idrocortisone, o pastiglie contenenti amamelide o un agente paralizzante. Oppure si possono usare antidolorifici orali come il paracetamolo, l’aspirina o l’ibuprofene purchè non se ne abusi e si usino solo temporaneamente per contribuire ad alleviare il disagio.

Un altro Rimedio per le emorroidi, per crisi repentine, durante la gravidanza e dopo un parto, per il periodo post operatorio o comunque per alleviare il dolore delle emorroidi nella vita di tutti i giorni, si può ricorrere all’uso di una ciambella gonfiabile che ci permetterà di stare seduti senza esercitare pressione sull’ano, evitando dolori e soprattutto evitando di compromettere ancor di più la situazione.

La ciambella gonfiabile, prendendo in considerazione il modello base : ha un prezzo molto basso, è di gomma, è gonfiabile, ed è adatta allo scopo.

In farmacia è comunque possibile trovare vari tipi di cuscinetti e altri supporti tutti finalizzati a risolvere i parecchi fastidi causati dalle emorroidi, ma soprattutto per i soggetti che devono passare molto tempo seduti, ad esempio per lavoro (in ufficio, in auto, in camion…), oppure per casi specifici di donne in gravidanza o giorni seguenti a operazioni di emorroidectomia o simili.

E’ comunque importante consultare il medico se non si ottiene sollievo in una settimana, o prima se si ha dolore o sanguinamento insopportabili.


Con chi parlare se si soffre dei sintomi delle emorroidi?

Quando il fastidio delle emorroidi è lieve e comunque gestibile, bisognerebbe parlarne con il proprio farmacista di fiducia che potrà aiutarci dandoci eventuali indicazioni alimentari ed eventualmente un integratore di flavonoidi, nonché eventuali farmaci da banco ( per i quali non è necessaria la ricetta medica). Quando si soffre dei sintomi delle emorroidi ad un livello tale che la propria quotidianità diventa difficile da gestire, è bene rivolgersi al proprio medico curante, che vi indirizzerà verso un medico specialista. Di norma chi cura questo genere di patologia sono i proctologi.


Chi è il proctologo?

“Il proctologo è la figura specialistica specifica per le malattie del colon retto ano, che ha origine dalla chirurgia ma con competenze gastroenterologiche, oncologiche, dermatologiche e uroginecologiche sia in fase diagnostica che terapeutica”

Spesso sottoporsi alla prima visita proctologica può risultare difficile, a causa della natura del malessere e dell’imbarazzo nel mostrare ad accurata analisi la zona anale. È invece estremamente importante sciogliere al più presto questo genere di riserve, e farvi visitare, affidandosi al proctologo per ottenere una diagnosi precisa ed iniziare il processo di cura. Le emorroidi infatti sono sovente soggette a degenerazione, e rimandare significa nella maggior parte dei casi peggiorare!

Quando ogni sorta di Rimedi per le emorroidi casalingo non ha dato i benefici sperati, quando prodotti farmaceutici , sia da banco, sia prescritti dal proprio medico di base non hanno dato il sollievo sperato, il proctologo potrà prescrivere farmaci mirati oppure indirizzare il paziente verso la chirurgia.

In alcuni casi è infatti necessario ricorrere all’intervento chirurgico, che può essere di diverso tipo a seconda del grado e della tipologia di sindrome emorroidaria.

Quella sulle emorroidi è un’operazione finalizzata ad eliminare o ridimensionare le emorroidi interne o esterne, e può essere eseguita con diverse tecniche, in base al grado delle emorroidi (dal primo al quarto grado), alla loro gravità, numero e dimensione.

Gli interventi chirurgici per risolvere il problema delle emorroidi sono diversi, di seguito un elenco e un link che permette di approfondire ogni singola metodologia.

Emorroidectomia:

  • Secondo il metodo Milligan Morgan

    https://www.youtube.com/watch?v=swcDdXAsD_I

  • Secondo il metodo Longo

    https://www.youtube.com/watch?v=bnnTtezTLX4

  • Secondo il metodo THD

    https://www.youtube.com/watch?v=qLFat7QDOg4

  • Con legatura elastica

    https://www.youtube.com/watch?v=JP4W2NAhpJY

  • Scleroterapia

    https://www.youtube.com/watch?v=6_Ulgcs0ElY

  • Laserterapia

    https://www.youtube.com/watch?v=-i7CuUTWjJQ

  • Crioterapia

    https://www.youtube.com/watch?v=-B-2k7oNy78

E’ estremamente importante evitare la comparsa delle emorroidi mantenendo uno stile di vita sano e attivo, ma se ci si ritrova di fronte al problema, attuare quanto in nostro potere per alleviare i disturbi, affidandosi a persone competenti, dal farmacista al medico di base e allo specialista. Per quanto non sia un argomento facile da trattare, pensare di non curarsi per mero imbarazzo è davvero controproducente, non solo la situazione emorroidaria continuerà a peggiorare, ma la vita quotidiana verrà inevitabilmente influenzata in maniera negativa, costringendoci poi a soluzioni che si potevano evitare se il problema fosse stato affrontato in tempo.

Rimedi per le emorroidi

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close