Le Emorroidi Esterne Trombizzate

Le emorroidi esterne trombizzate sono una forma degenerativa della patologia. Il dolore che le emorroidi trombizzate presentano è davvero forte e coinvolge ogni tuo movimento, dalla semplice posizione seduta, fino allo stare naturalmente in piedi.

In altri termini, si tratta di un dolore continuo, in quanto è in corso un’infiammazione che interessa tutta la zona perianale. Se pensi di soffrire di emorroidi trombizzate, ecco alcuni punti che possono aiutarti a chiarire il problema. Potrai incontrare anche una serie di consigli e di rimedi, utili per ridurre il dolore e per condurti ad una guarigione veloce e naturale.

Cosa sono le emorroidi esterne trombizzate

Le emorroidi si definiscono trombizzate quando al loro interno presentano dei trombi, ovvero delle masse solide che si creano a causa della coagulazione del sangue. Il processo è abbastanza normale e si tratta di una degenerazione delle emorroidi stesse. Non è, infatti, raro, che i vasi sanguigni contenuti nelle emorroidi si infiammino, dando vita a dei sedimenti di massa dolorosi e dal colore bluastro.

Puoi comprendere se soffri di emorroidi esterne trombizzate analizzando il colore e accorgendoti che senti molto dolore localizzato, qualsiasi sia la posizione e la postura che mantieni. Le emorroidi trombizzate sono una patologia che devi risolvere in fretta, in quanto potrebbero essere il sintomo di un edema perianale.

L’edema perianale è una complicazione delle emorroidi, che porta con se dolore e manifestazioni cutanee quali fistole e infiammazioni. L’edema perianale è rappresentato da una serie di emorroidi trombizzate e, mentre queste ultime possono guarire nell’arco di alcuni giorni, l’edema perianale necessita di cure mediche molto intense e piuttosto lunghe da portare a termine.

Perché si manifestano?

Le emorroidi esterne trombizzate hanno varie cause. La più comune interessa la stitichezza, in quanto il continuo spingere nell’atto di evacuazione, porta ad un’infiammazione della zona perianale, con conseguente comparsa delle emorroidi.

In alcuni casi, esse si espandono verso l’esterno e una cattiva circolazione da vita alla formazione dei trombi, dai quali esse prendono il nome di ‘trombizzate’. Anche uno stile di vita sbagliato aiuta molto l’insorgenza delle emorroidi.

emorroidi esterne trombizzate caffe'

Ti chiediamo di fare attenzione all’alimentazione e, in particolare, al consumo di cibi eccitanti (caffé, thé, cacao, peperoncino) e di alimenti speziati o troppo ricchi di sale e grassi saturi. Il fumo e l’alcool aiutano l’insorgenza delle emorroidi trombizzate, in quanto irritano notevolmente queste delicate zone del corpo.

Quali alimenti sono utili a curare e prevenirle?

L’alimentazione può aiutarti molto a risolvere il problema e a prevenirlo nel futuro. E’ importante che tu segua una dieta equilibrata, ricca di fibre e votata a lenire il sistema digestivo.

Se soffri di stitichezza, è ideale un consumo di cereali integrali, i quali aiutano la digestione e sono molto leggeri. Al contempo, puoi mangiare molta verdura cotta e della frutta fresca. Frutta e verdura aiutano naturalmente il transito intestinale e apportano preziose vitamine al tuo organismo. Ricordati sempre di bere moltissimo, in quanto l’acqua idrata il corpo e purifica l’organismo dall’accumulo di tossine.

Ricordati, infine, di bere benefiche tisane calmanti ed emollienti, le quali aiutano il transito e rilassano l’organismo. La stipsi è spesso causata da fattori psicologico, in quanto si ha ‘paura’ ad affrontare l’evacuazione per il dolore che ne può conseguire. Aiutandoti con tisane naturali, potrai sentirti più tranquilla e consapevole che presto, il fastidioso problema delle emorroidi trombizzate sarà solo un ricordo lontano.

Quali rimedi farmacologici sono maggiormente adatti?

emorroidi esterne trombizzate medicinali

Esistono molti rimedi per le emorroidi trombizzate, alcuni da ingerire mentre altri dalla composizione topica. A seconda dell’entità delle emorroidi e delle tue preferenze personali, puoi affidarti a delle cure medicinali, oppure provare a guarire seguendo delle terapie naturali.

Le cure medicinali contro le emorroidi trombizzate sono delle pomate anestetiche, le quali vanno applicate più volte al giorno sulla zona dolorante. Se il dolore è molto intenso puoi scegliere di ingerire degli antidolorifici, chiedendo in ogni caso un parere al tuo medico di fiducia.

Le buone pratiche da seguire in caso di emorroidi esterne trombizzate

Se soffri di emorroidi trombizzate, devi prestare particolare cura nell’igiene personale. Dei bagni semicupi tiepidi possono aiutare a lenire il dolore, soprattutto se esso si presenta acuto. Dovrai cercare di evitare l’acqua fredda in quanto essa apporta un immediato sollievo, ma esso è molto effimero, in quanto dopo pochi istanti scopare aggravando la situazione generale delle emorroidi.

E’ inoltre vietato l’uso di detergenti, è preferibile che tu usi acqua e solamente acqua tiepida. Per quanto possibile, evita di spingere durante l’evacuazione e aiutati a pulire usando solo carta igienica inumidita. Segui una dieta ricca di fibre e di verdure, per ammorbidire le feci e renderle più fluide. Una regola fondamentale consiste nel bere moltissimo.

Aiutati con almeno tre litri di acqua minerale naturale al giorno, bevuta tiepida e fin dal mattino presto. Aiuta infine il tuo metabolismo a digerire, camminando per almeno mezz’ora al giorno. Se il dolore è molto forte, cammina appena fatto un bagno semicupio e fanne un altro appena torni a casa.

I rimedi naturali 

emorroidi esterne trombizzate medicinali

Se sei in gravidanza e vuoi affidarti a rimedi di sola origine naturale, puoi contare su preparati omeopatici, i qual associano spesso l’azione dei cristalli zuccherini a delle pomate naturali al 100%.

Molte sono inoltre le erbe su cui contare, per ridurre l’infiammazione ed agire dall’interno sulla stitichezza. Puoi provare a fare un infuso leggero di camomilla e ad usarlo come base per i lavaggi.

La camomilla è molto lenitiva e addolcente e può aiutare a rendere il dolore più sopportabile. Per aiutarti a combattere la stipsi, puoi aggiungere due cucchiaini di semi di psillo all’acqua e berli durante la giornata. Il psillo crea un gel addolcente che aiuta ad evacuare senza sforzo e favorisce il naturale transito intestinale.

Quali interventi esistono per le emorroidi esterne trombizzate?

Le cure per le emorroidi trombizzate sono molteplici e dipendono dalla gravità che il problema presenta. In fase acuta, devi rivolgerti al medico curante, il quale saprà indirizzarti verso il giusto protocollo. I rimedi per risolvere in via ambulatoriale le emorroidi trombizzate sono principalmente quattro:

1- Incisione: la quale agisce sulle emorroidi esterne trombizzate che presentano dei coaguli di sangue, i cosiddetti trombi. Per risolvere le fasi più leggere, viene praticata un’incisione sulla zona da trattare, la quale libera l’accumulo di sangue. Il paziente ne ricava un immediato beneficio, in quanto si libera immediatamente dalla fonte del dolore.

2- Legatura elastica, che prevede l’uso di un laccio emostatico, posto alla base delle emorroidi stesse. Il laccio emostatico viene stretto e causa la morte per soffocamento delle emorroidi, alle quali non giunge più il flusso sanguigno.

3- Sceloterapia, la quale si basa sull’iniezione di uno speciale agente chimico, il quale provoca la morte dell’emorroide

4- Emorroidectomia, ovvero l’asportazione chirurgica delle emorroidi. Questo intervento deve intendersi come l’ultima spiaggia’, in quanto si presenta purtroppo doloroso e porta con se un tempo di recupero che può raggiungere le quattro settimane. Esso è dedicato a curare le emorroidi trombizzate, quando le altre tipologie di intervento non possono essere applicate e quando i rimedi di ogni natura si sono rivelai infruttuosi.

Le Emorroidi Esterne Trombizzate: Cosa sono?

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close